lunedì 4 aprile 2011

Questa sono io....come mamma!


Ufficialmente non mi sono mai chiesta "che mamma sono?".
Non sono una che si pone troppe domande, o che fissa troppe regole e spesso mi lascio guidare dagli eventi e dalle esigenze.

Per me i miei figli sono stati desiderati e voluti, ma prima di quei momenti non ho mai fantasticato su di loro, su come li avrei educati o su come mi sarei comportata durante le fasi di crescita.
Semplicemente quando sono entrati a far parte della nostra vita, io e mio marito, li abbiamo accolti con tanto amore e insieme abbiamo imparato a gestirci.
Non avevo mai visto cambiare un pannolino.
Non avevo mai pensato che temperatura deve avere l'acqua per il bagnetto.
Non avevo mai pensato a come preparare una pappa.
Non avevo mai pensato a quanto facesse male un dentino che spunta.
....................................
Eppure ce l'ho fatta, in un modo o nell'altro, ce l'ho fatta.....almeno per quello che riguarda l'aspetto pratico della crescita dei figli.

Invece, riguardo all'aspetto educativo, emozionale e di relazione con i miei figli, sono in continua evoluzione.
Non sono una mamma che segue schemi rigidi, che ha tante regole da non infrangere, se non quelle necessarie per la loro incolumità, e allo stesso tempo non sono una che lascia fare tutto, che fa vivere la famiglia nel caos.
Semplicemente cerco un giusto compromesso tra quelle che sono le esigenze di noi genitori e le loro di figli, avendo sempre come obiettivo l'educazione, il rispetto per gli altri e per se stessi.
Alcuni esempi.
Di regola non si guardano i cartoni animati prima di andare a dormire, tranne in qualche eccezione: dopo una giornata senza capricci può essere un premio; oppure il sabato, un bel modo per concludere una giornata di svago per tutti.
Di regola si mangia a tavola tutti insieme, ma sempre con qualche eccezione: quando c'è una giornata in cui i bimbi sono particolarmente nervosi, faccio mangiare prima loro con calma; quando per qualsiasi motivo ho fretta, e Linda non vuole sbrigarsi, la faccio mangiare sul divano che per lei è più divertente e fa veloce.
Di regola ognuno dorme nel suo letto, ma anche in questo caso ci può essere qualche eccezione: in periodi di risvegli frequenti ci infiliamo tutti nel lettone e al mattino siamo tutti più riposati.
Ovviamente tutte queste eccezioni, per non farle diventare una regola, vengono prima spiegate e motivate e, devo dire, anche capite.
L'unica regola su cui non si transige è che in auto si viaggia sempre in sicurezza, con seggiolino e cinture di sicurezza.....non c'è eccezione che tenga.

Comunque, qualsiasi siano le esigenze del momento, i capricci, le richieste, di base sono una mamma premurosa, amorevole, dalle tante paroline dolci, dai tanti baci e coccole, e cerco di parlare ai miei figli con calma, con toni rilassati e spiegando le situazioni in modo semplice e comprensibile per loro, giocando e dedicando molto del mio tempo a ai miei due tesori.

Ovviamente, ci sono momenti difficili, di stanchezza e nervosismo che mi portano a gridare e a perdere la pazienza, ma nel compresso sono una MAMMA BUONA.

La parte del più duro la lascio a mio marito, che accetta meno compromessi e ha più il polso fermo, anche se poi in situazioni rilassate è quello che più gioca e fa divertire i nostri figli.

Sono molti i momenti in cui mi interrogo su quale sia il modo migliore per affrontare determinate situazioni che si presentano durante la crescita, spesso cerco risposte o spunti di riflessione dai libri, e alla fine in un modo o nell'altro riesco, insieme all'aiuto di mio marito, a venirne a capo....fino al prossimo problema.

Questa sono io....come mamma.


Con questo mio post di riflessione, partecipo all'iniziativa di Mamma Moglie e Donna che, in occasione della festa della mamma, ha indetto questo bel giveaway per far conoscere meglio tra loro le mamme blogger e per vincere un bel libro per i nostri bimbi e per noi mamme.


Grazie Federica per averci dato questa bella possibilità.

8 commenti:

Antonella ha detto...

che post meraviglioso...ci assomigliamo in molte cose come mamma...a parte il marito che proprio non riesce ad essere fermo e si fa rivoltare da mia figlia come un calzino eheh
bacioni
Antonella

vogliounamelablu ha detto...

un post molto impegnativo. Brava!

mammachegiochi ha detto...

Ti ammiro ancora di più !Brava!

LAMAMMAèSEMPRELAMAMMA ha detto...

Brava mamma...

MammaMoglieDonna ha detto...

Ti sei raccontata proprio come ti immagino dolce, premurosa, paziente, istintiva, organizzata.. bellissimo post!

Asile Day ha detto...

che bel post. ti leggo sempre ma non commento mai, questa volta non posso farne a meno. mi hai proprio commosso, il mio piccolo ha solo 7 mesi e io sto ogni momento a chiedermi che mamma potrò mai essere e diventare ... grazie della bella lettura e di avermi fatto sentire meno sola :)

MammaGiochiamo? ha detto...

@TUTTE: in occasioni come queste mi piace scrivere col cuore in mano, scoprendo anche lati un po' più intimi e personali...so che sono tante le persone che lo sanno apprezzare.

sly ha detto...

gran bel post..gran bella mamma!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...