giovedì 28 luglio 2011

Saper usare le mani: ritagliare con le forbici per sviluppare la motricità fine



Ieri cercavo qualche nuova attività da far fare a Linda, per tenerla impegnata durante il lungo pomeriggio di pioggia!
Sono approdata su Filastrocche .it e, tra le tante belle idee, mi è piaciuto il giochino "disegna la coda".

E' un gioco adatto da proporre in situazioni di gruppo, tipo una festa di compleanno o una semplice merenda a casa con uno o più amichetti: ogni bimbo, bendato, deve cercare di disegnare la coda mancante all'animaletto scelto e vince chi ci va più vicino.

La prossima festa in vista a casa nostra è ad ottobre, per il compleanno di Linda, e già ho stampato e messo da parte le immagini degli animali senza coda.

I disegni di questi animaletti, mi sono talmente piaciuti che ne ho fatto una stampa in più, pensando che Linda li poteva usare per ritagliarli.


Ed è proprio così che li ha usati, senza che io le dicessi nulla: 1/2 ora di pura concentrazione nell'attività di ritaglio!


La osservavo da lontano mentre con quelle sue piccole mani, rigirava il foglio per seguirne il contorno con le forbici e mi sono commossa nel vedere quanto già è diventata grande, sicura nei movimenti e nei gesti precisi per usare le "sue" forbici.

Ha continuato nella sua attività di motricità fine (leggi Montessori) fin quando non ha ritagliato tutti gli animaletti e poi parlando tra se e se "Ecco, fatto! Sono stata brava!"...... e poi se ne è andata a giocare a fare la mamma che va al lavoro e poi torna e gioca con i suoi bimbi.


Come ha scritto Gianfranco Zavalloni nel suo manifesto sui diritti naturali di bimbi e bimbe:
5. Il diritto a saper usare le mani
La tendenza del mercato è quella di offrire tutto preconfezionato. L'industria sforna ogni giorno miliardi di oggetti "usa e getta", che non possono essere riparati. Nel mondo infantile i giocattoli industriali sono talmente perfetti e finiti che non necessitano dell'apporto creativo della manualità del bambino o della bambina. Oggi, poi, anziché i calcio-balilla, nelle sale giochi o nei circoli ricreativi, ci si abitua al video-gioco. E nel contempo mancano le occasioni per sviluppare le abilità manuali ed in particolare la manualità fine. Non è facile trovare bambini e bambine che sappiano piantare chiodi, segare, raspare, scartavetrare, incollare... anche perché è difficile incontrare adulti che vanno in ferramenta a comprare i regali ai propri figli. Quello dell'uso delle mani è uno dei diritti più disattesi nella nostra società post-industriale e rischiamo di avere bambini e bambine capaci di stare ore davanti ad un computer, ma incapaci di usare un martello o un paio di pinze. (fonte infanziaweb).

Io sono pianamente d'accordo con lui! E voi?

7 commenti:

MammaMoglieDonna ha detto...

bellissima attività!
Sono sicura che Linda si è divertita un mondo!!!

MammaViò ha detto...

Interessante!! Me la sono salvata per proporla alla piccoletta tra un annetto o due!!

mammasorriso ha detto...

sono d'accordissimo!!! anche il mio cucciolo adora ritagliare...questo topone è bellissimo. baci

serenamanontroppo ha detto...

Domanda tecnica, ma secondo te le forbicine di plastica tagliano come le forbici tradizionali...volevo proporre qualche attività manuale alla mia piccola peste, che però ha solo 2 anni e mezzo e stavo pensando a qualcosa di manuale che possa finalmente interessarla per più dei consueti 5 minuti!..

MammaGiochiamo? ha detto...

@serena:non saprei che dirti. io all'inizio a Linda davo quelle piccoline, che si usano per tagliare le unghie ai neonati, ma effettivamente non tagliavano un granchè. Poi sono passata direttamente alle tradizionali che vedi in foto: hanno la punta arrotondata! Ha iniziato anche lei intorno ai 2 anni e mezzo credo e x mia fortuna nn si è fatta mai un taglio...ma dipende dal bimbo!! Prova!

Stefania ha detto...

Sono perfettamente d'accordo anche io. I miei bimbi si divertono a ritagliare i prodotti che vengono illustrati sui volantini pubblicitari dei supermercati per poi giocare a fare la spesa... Io li lascio fare anche se tendono a raccattare tutti i volantini che arrivano nel loro ambito visivo!!!

Tatiana S. ha detto...

si, sono d'accordo, ma spesso è colpa nostra, dei genitori.
Già dal primo anno di vita:"non toccare, non toccare!" Ogni uno di noi potrebbe fare un sperimento: per un giorno lasciare il bambino toccare e fare tutti lavoretti manuali che viole (senza dimenticare la sicurezza). Ci farebbe bene!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...