venerdì 18 maggio 2012

La quiete dopo la tempesta


Quanti momenti emozionanti ci fanno vivere i nostri figli!!
Ci sono quelle più "grandi" e indimenticabili come l'emozione di metterli al mondo, del primo scambio di sguardi e di annusarsi per la prima volta....ma non è che solo l'inizio.

I giorni passano, i progressi sono tanti e io mamma, tra una faccenda e l'altra, tra sguardi dolci alternati ad espressioni arrabbiate, tra coccole,e giochi e risate.....aspetto il mio momento preferito.

Il momento della nanna!
Intendiamoci...non è che sia il mio momento preferito perché finalmente dormono e non rompono più (ma anche si delle volte!); ma è il momento che ogni sera più mi emoziona, semplicemente per come si svolge.

Io questo momento lo chiamo "la quiete dopo la tempesta".

Ecco cosa succede!

Si inizia la maratona del pigiama!
Non ho ancora scoperto come mai entrambi i miei figli, al momento di mettere il pigiama, vengono posseduti da una forza sconosciuta che li fa correre per tutta casa, ridendo mentre scappano dal mostro del pigiama.
Quando la mamma-mostro li cattura si dimenano, non collaborano e fanno acrobazie da circo che fanno pulsare al massimo il sangue nelle vene del mostro.

Ma il mostro vince.
Ogni sera vince!
E la tempesta inizia a placarsi!

Il mostro del pigiama lentamente riprende le sembianze di mamma che finalmente può pronunciare la frase magica "E' l'ora della storia".
In verità inizialmente la frase era "è l'ora della nanna", ma non otteneva l'effetto desiderato...così con un po' di esperienza e tanta astuzia, la mamma l'ha modificata in "è l'ora della storia" e i due fratellini diventano complici e felici per quello che sta per succedere.

Il luogo di lettura è il letto della sorella maggiore: entrambi si infilano sotto le coperte e lì, stretti stretti, iniziano a ridacchiare, si abbracciano si danno anche i bacini!

E' una magia!
E la quiete dopo la tempesta!

Scelto il libro da leggere, accendo la lucina e mi siedo sul comodino vicino al letto.
Leggo tutta la storia, con il silenzio di sottofondo di due bambini che con gli occhi seguono le immagini delle pagine e con l'udito ascoltano le mie parole.


Mentre leggo li osservo di nascosto per riempirmi il cuore di felicità nel vedere queste due creature perfette, che si somigliano molto esteticamente, che per carattere sono molto diverse, che litigano più volte durante il giorno, che però si cercano di continuo, quasi come se per affrontare il mondo avessero bisogno l'una del sostegno dell'altro.

Osservo queste due creature e sono felice!
E per le emozioni che mi danno...scende una lacrima!

Questo è quello che succede ogni sera!
E qui ogni sera trovo la mia quiete!


************************************
Lascio anche il video della canzone che mi è venuta in mente mentre scrivevo il post.



************************************

Ringrazio Johnson's Baby per avermi proposto di scrivere un post che parla di emozioni!
Questo è principalmente un blog di giochi, di attività da fare con i bambini e di creatività da sviluppare, perciò le occasioni in cui parlo delle nostre giornate, dei nostri momenti di felicità o di tristezza, non sono molti......ma se per qualche motivo nasce qualche post di questo tipo, mi fa davvero piacere condividerlo con chi mi segue quotidianamente!

18 commenti:

Murasaki ha detto...

Credo che tutti i bambini diventino degli acrobati posseduti dagli spiriti al momento di infilarsi nel pigiama... noi abbiamo inventato dei piccoli giochi per convogliare in maniera positiva tutta questa energia di fine giornata!!

Buon fine settimana :)

tri mamma ha detto...

Il nostro mostro si è dato ai ricatti col suo "mettiamo il pigiama in fretta altrimenti non rimane tempo per la storia!" (funziona QUASI sempre!)
Bellissimo post!

mammachegiochi ha detto...

Anche da noi la storia è l'unico modo per velocizzare i tempi del pigiama mostro!
Mi piace quest nuova definizione :-)) rende bene l'idea!

MammaGiochiamo ha detto...

Cara murasaki mi fai sentire meno sola....quello che capita a casa nostra ė davvero terribile :) e x molte mamme che conosco non ė così (o almeno ė quello che dicono).
Proveró anche io con qualche giochino invece dei ricatti grazie e buon fine settimana anche a voi

MammaGiochiamo ha detto...

Grazie! Anche io presa dallo sconforto delle volte uso il ricatto ma non funziona quasi mai. Mi devo inventare altro o avere tanta pazienza

MammaGiochiamo ha detto...

Si vero? Ti giuro che delle volte mi sento un vero mostro :)

clara ha detto...

Ma che bello questo post... l'ho letto tutto d'un fiato! Molto emozionante! Anch'io mi trasformo in un mostro al momento del pigiama... Alessio corre da una parte all'altra della casa, però sogno anch'io di arrivare ad un momento di quiete così dopo la tempesta... purtroppo quando apro un libro, Alessio è così impaziente che non vede l'ora di arrivare all'ultima pagina! :-(
Beh, per adesso è troppo interessato all'aspetto "motorio", diciamo così, (non si ferma un attimo), ma prima o poi ci arriverò anch'io a leggere una storia dall'inizio alla fine, che dici?
Buon fine settimana

Graal77 ha detto...

Ciao e piacere di conoscerti...sono una mamma di due bimbe...8 e 6 anni sono un fiume in piena....e l'ora del pigiama...be'l'hai raccontato benissimo tu e non oso aggiungere nient'altro....
E' vero' e' bellissima l'ora della nanna si crea un intima atmosfera con i figli e poi il silenzio...quanto amo quel silenzio....un silenzio di pace e tranquillita'....finalmente finisce per noi mamme il pensiero che si possano fare male....in un certo senso ci sentiamo piu' sicure.....
Grazie mille per questa bella riflessione....
Mi sono aggiunta tra i tuoi lettorie se vuoi passa da me.....
raffaella

MammaGiochiamo ha detto...

Ciao Clara, non so esattamente quanti anni ha il tuo Alessio, ma ti posso dire che Valentino ha iniziato ad ascoltare le storie dall'inizio alla fine intorno i due anni ma solo quando c'era anche sua sorella. visto che la "imita" e la segue in tutto stava fermo con pazienza per fare come lei. Delle volte ho provato a leggere quando era solo ma dopo poco scappava verso altre attività.
Vedrai che da un giorno all'altro cambierà!
Grazie e buon fine settimana anche a te :-)

MammaGiochiamo ha detto...

Ciao e ben venuta!
Sai che proprio ieri ho fatto la tua stessa riflessione! Eravamo in macchina lungo una strada con molte curve ed io mi stavo agitando (in silenzio) perchè prevedevo che Linda avrebbe avuto mal di pancia a causa delle curve.
Quando mi giro per controllare ho visto che si era addormentata e di colpo mi sono rilassata.
Proprio come dicevi tu ruguardo al fatto che quando dormono ci sentiamo piu sicure.
E' un piacere averti tra i miei lettori e ora vengo subito a conoscere il tuo blog.
Jessica

Carolina ha detto...

Care mamme!
Ho due femmine, Giuliana 12 e Gabriella 9, e purtroppo vi devo avvertire che la situazione non migliora! C'e' ancora caos in casa nostra all'ora del pigiama. Fanno la ginnastica, cantano, ballano, ridono, ne fanno tutto altro salvo calmarsi. Non ho MAI saputo quel silenzio di che ne parlate, MAI! e fra l'altro non ho dormito bene da 12 anni! Credo che vivero' cosi' ancora fino se ne vanno all'universita'!
"I'm just saying."
Comunque, bellissimo post.
Al piu' presto,
Carolina

MammaGiochiamo ha detto...

Carolina...no, non voglio crederci!
Io al massimo posso e voglio resistere altri 2 anni :-)
Ma se invece li mandassimo a dormire vestiti?
Che dite si puo fare? Poi la mattina si mettono vestiti puliti!
:-):-)

VitaminaGioco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
VitaminaGioco ha detto...

Ciao Jessica, sul nostro blog c’è un premio per te, anche se immagino tu ne abbia ricevuti tantissimi, avevo tanta voglia di farti sapere quanto ci piace quello che scrivi. Paola e Martina

Stella ha detto...

Ciao! trovo molte similitudini in quello che racconti ^_^ qui per ora c'è solo la primogenita che fa venire i capelli bianchi ogni santa sera per mettere il piagiama ma che attende con ansia il rito della favola + canzoncine che da 1 sono diventate 2 e aumenterebbero di sera in sera :-S
Qui però ci alterniamo una sera io e una sera il papà ^_^ e ad essere sincera ogni tanto l'attendo con ansia la messa a letto per RICARICARE le pile! ^_^

MammaGiochiamo ha detto...

Grazie care maestre passo subito a vedere di cosa si tratta!:-) Fa sempre piacere ricevere un premio tanto piu che anche a me piace davvero molto seguire quello che proponete ai vostri bimbi a scuola!
Siete davvero maestre esemplari :-)

MammaGiochiamo ha detto...

Grazie della "testimonianza"!
A noi mamme capita spesso di pensare che i capricci dei nostri figli non li faccia nessun altro...ma poi basta parlarne un po e come al solito capiamo di non essere poi cosi sole.
Mi piace molto il fatto che il rito della nanna sia alternato tra mamma e papà.
Qui da non non sempre è possibile perciò anche quando il babbo c'è sono abituati ad avere me.
Ma lui c'è per altre cose :-)

clara ha detto...

Sì, grazie della testimonianza! Credo anch'io che il fatto che ci sia la sorella sia determinante! Alessio ha 2 anni e 2 mesi, comunque proprio in questo ultima settimana mi sembra un po' più calmo e più riflessivo. Continuerò a prendere in prestito i libri della biblioteca e vedrò cosa succede!
A presto

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...