venerdì 15 aprile 2011

Giornata della terra: far nascere un fiore!

"La terra è nelle nostre mani"

Il 22 aprile è la Giornata Mondiale della Terra, dedicata cioè all'ambiente e alla salvaguardia del pianeta.

Sono 41 anni che si celebra questo giorno e col passare del tempo, l’Earth Day, è divenuto un avvenimento informativo, educativo e di sensibilizzazione.
E' un occasione, per i mass-media, per parlare dei problemi che ha il pianeta (a causa dell'uomo) e delle soluzioni da adottare per cercare (sempre l'uomo) di eliminarli, o comunque ridurli.
Ed è un occasione, per noi genitori, per trasmettere ai nostri figli il rispetto per il luogo in cui vivono.

Le azioni che noi, nel nostro piccolo, possiamo fare sono davvero molte e ovviamente non c'è da aspettare il 22 aprile per metterle in pratica.
Questa data deve essere vista come un pretesto per sensibilizzare la collettività ad adottare uno stile di vita migliore sia per la Terra e, di conseguenza, per noi.
Ho trovato in rete un manifesto di cose da fare (tratto da mammafelice.it), che una maestra ha realizzato  per i bambini della sua scuola e per i genitori....è un elenco di semplici azioni che possono aiutare molto il pianeta.
Leggerlo, stamparlo e appenderlo in cucina per averlo sempre sotto gli occhi, sarebbe il primo passo da fare per amare il globo.
Oltre al manifesto, nel blog della maestra Gemma trovate anche schede sul "tema ambiente", da proporre ai vostri bimbi.


Visto che le cose da fare sono davvero molte, insieme ai mie bimbi, ieri ho voluto iniziare a parlare proprio dell'Earth Day.
Per spiegare qualcosa ai bambini non c'è modo migliore che agire, sperimentare e trasformare le parole in qualcosa di concreto.

Così nel pomeriggio, Linda e Valentino, hanno sperimentato con le proprie mani il piacere di manipolare la terra, di sentirne l'odore, l'umiità e la consistenza.
Lo scopo di quest'attività è quello di far nascere un bel fiore nel nostro vaso.....ma per farlo occorre pazienza, dedizione e amore per questo bulbo nascosto sotto la terra.
 



Nell'attesa di vedere il l fiore nascere, nel vaso, Linda, ha voluto mettere il fiore origami realizzato per decorare la tavola di Pasqua.


Ogni giorno dovremo controllare il nostro lavoro, valutare l'midità del terriccio e decidere se è il momento di dare altra acqua.....e pazientare fino a quando vedremo sbucare il primo ciuffo che poi diventerà una bellissima Calla.
La fioritura è prevista tra giugno, luglio e agosto.
Non vedo l'ora di osservare le espressioni dei miei figli quando si accorgeranno che, grazie alle loro cure, un fiore sboccerà

3 commenti:

Mamma_volipindarici ha detto...

Che bel futuro state aiutando a crescere!
Un abbraccio

Elena-koaladebista ha detto...

Che bello vedere i tuoi angioletti al lavoro!!! Anche noi ci cimentiamo in piantagioni e serre casalinghe...qualche mese fa abbiamo acquistato l'ecosistema dove far nascere le piantine ed imparare il percorso che fa l'acqua per trasformarsi in pioggia...secondo me i bambini adoranbo imparare così, sperimentando con le loro mani...bravissima!

MadreCreativa ha detto...

Che belli i tuoi bimbi che giocano con la terra! Noi abbiamo usato la frutta per realizzare un simpatico lavoretto:
http://madrecreativa.blogspot.com/2011/04/giorno-della-terra-dipingere-con-la.html

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...